tr?id=945082922274138&ev=PageView&noscript=1 consulenzaagricola.it

Anticipi PAC contro la siccità: ecco il via libera della Commissione UE

21/09/2018 | Circolare n. 300/2018

 

Disco verde per AGEA e gli altri enti pagatori che, a partire dal prossimo 16 ottobre, potranno erogare gli anticipi maggiorati dei contributi PAC per le aziende agricole che abbiano subito danni a causa della siccità.

Una buona notizia, quindi, per gli agricoltori che, a causa della carenza di piogge e del clima torrido degli ultimi anni, abbiano subito danni alle proprie colture o ai propri allevamenti.

Anticipo PAC maggiorato

Il via libera annunciato qualche giorno fa dal comitato dei pagamenti diretti e sviluppo rurale della Commissione europea riguarda gli anticipi sui contributi PAC e PSR che possono essere richiesti da parte degli agricoltori che abbiano subito danni nel secondo semestre del 2017 e nel primo semestre del 2018 a causa della crisi idrica.

Il comitato ha dato il proprio benestare ad AGEA e agli altri enti pagatori regionali di erogare tali contributi solo a partire dal 16/10/2018, data da cui sarà possibile valersi sul bilancio UE 2019.

Nei fatti, l’aiuto consiste nel pagamento di un anticipo dei contributi comunitari nella misura massima del 70% degli importi previsti per i pagamenti diretti e fino all’85% dei pagamenti spettanti a titolo di sviluppo rurale.

Ulteriori deroghe

Oltre al supporto economico, la Commissione UE ha stabilito anche specifiche deroghe per gli agricoltori colpiti dalla siccità, con riferimento agli obblighi del greening e della diversificazione delle colture, fino alla qualificazione delle aree di interesse ecologico sui terreni a riposo.

Tali deroghe hanno lo scopo di consentire l’utilizzo dei terreni con la finalità di produzione di alimenti per gli animali: a tale scopo, si sta anche considerando di estendere le deroghe in materia di greening allo scopo di garantire una maggiore flessibilità nella produzione del foraggio.

Pertanto, tali misure andranno a particolare vantaggio di tutte le aziende agricole del settore degli allevamenti.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

SEGUICI:

logo bottom 03