tr?id=945082922274138&ev=PageView&noscript=1 Banca Dati - Domande e Risposte

Domande e risposte

L'articolo 30, comma 2, lettera c), del DPR n. 633/72, prevede, tra i casi di richiesta di rimborso senza limitazioni, quello relativo all'imposta assolta per l'acquisto di beni ammortizzabili.
In relazione a tale disposizione, si chiede se il rimborso compete anche per beni ammortizzabili acquistati in anni precedenti e se è possibile chiedere il rimborso per imposta a credito risultante dalla rettifica della detrazione per cambio di regime.

Un'azienda agricola, oltre all'allevamento di cavalli, effettua prestazioni di monta equina e cessione di seme da riproduzione.
Si chiede se l'attività di monta equina possa rientrare tra le attività connesse e se la cessione del seme possa essere considerata attività agricola.

Un produttore agricolo possiede alcuni ettari di terreno nei quali viene praticata la coltivazione di tartufi, con particolare riferimento al tartufo nero che rappresenta una qualità molto pregiata.
Si chiede il corretto trattamento sia ai fini dell'IVA, sia per le imposte sui redditi.

La moglie di un contribuente è un produttore agricolo con un volume d'affari di circa 50.000 euro.
Si chiede se possa essere considerato a carico del marito.

Un produttore agricolo che coltiva ortaggi intende avviare una seconda attività di allevamento cani.
Si chiede se per tale attività di allevamento si possa usufruire della tassazione catastale, tenuto conto che i mangimi non sono prodotti, neppure in parte, in azienda, ma sono acquistati all'esterno.

SEGUICI: