Domande e risposte

Sono titolare di una società agricola che svolge attività di compravendita di uva e ha realizzato un impianto a vigneto percependo contributi dalla regione Veneto.
Vorrei sapere come contabilizzare tale contributo e se posso portarmi in detrazione l'Iva versata per la realizzazione dell'impianto. Inoltre vorrei sapere quale sia l'aliquota IVA applicabile alla vendita dell'uva da vino.
Infine vorrei sapere se il vigneto al fine dell'applicazione della disciplina delle società di comodo deve essere considerato bene immobile alla stregua del terreno o impianto.

Sono un produttore agricolo e con la presente sono a richiedere da quale data sono obbligatori i contratti scritti per la vendita di prodotti agricoli? Questi contratti vanno registrati al registro oppure basta tenerli agli atti?

Sono un imprenditore agricolo che svolge attività florovivaistica. La società incaricata alla riscossione (Hera Spa), mi ha inviato un questionario per rilevare i dati necessari al pagamento della Tarsu/TIA relativamente alla serra destinata alla coltivazione delle piante. Con la presente sono a richiedere se le imprese agricole sono soggette al pagamento della suddetta imposta

Sono un imprenditore agricolo che vorrebbe iniziare a vendere i propri prodotti sia in un locale interno all'attività che all'esterno. Vorrei sapere quali sono gli adempimenti da effettuare al fine di non incorrere in sanzioni sia fiscali che amministrative.

Si chiede di sapere se un soggetto che intende iniziare un'attività agricola per la quale prevede di realizzare un volume d'affari inferiore a 7.000 euro è obbligato a presentare la dichiarazione di inizio attività e chiedere l'attribuzione del numero di partita IVA.

SEGUICI: