tr?id=945082922274138&ev=PageView&noscript=1 Banca Dati - Domande e Risposte

Domande e risposte

 

Sono un consulente finanziario, titolare di partita IVA come libero professionista.
Con la stessa partita IVA ho appena avviato un'attività agricola.
Vorrei sapere se posso accedere alla domanda unica e alla domanda di accesso alla riserva.

 

Siamo una società semplice agricola in regime ordinario che vende prodotti aziendali ed extra aziendali e siamo forniti di partita IVA con doppia contabilità, agricola e commerciale. 
Alcuni colleghi mi hanno riferito che le aziende agricole non hanno l'obbligo di emissione dello scontrino fiscale, bensì è sufficiente che annotino a fine giornata quanto venduto nel registro dei corrispettivi distinguendo le aliquote IVA. Questo ragionamento è valido anche se la nostra azienda tratta prodotti commerciali con contabilità separata? 
Mi starei dotando di un sistema informatizzato che memorizza il venduto distinguendolo nelle varie aliquote IVA rilevando il codice a barre assegnato ed a fine giornata mi fornirebbe una stampata dettagliata riepilogativa, registrandola potrebbe valere quale registro dei corrispettivi?

 

Nel caso il titolare di un'azienda agricola individuale sia proprietario a suo nome e non dell'azienda di autovetture/automezzi può comunque l'azienda registrare i costi deducibili e detrarre l'IVA relativamente a benzina, manutenzione, assicurazione, bollo, ecc? I mezzi vengono usati per finalità aziendali.

 

La nostra azienda distacca alcuni propri dipendenti per svolgere un’attività lavorativa specifica su un terreno di terzi per attività che i nostri dipendenti hanno le qualifiche di effettuare. Abbiamo presentato la comunicazione obbligatoria telematica di distacco al SARE entro i cinque giorni successivi rispetto all’inizio dei lavori, indicando come termine ultimo del distacco il prossimo 31/7/2018. Per cause contingenti si è verificata la necessità di comunicare la chiusura anticipata del distacco. Come occorre procedere?

 

Nel caso di acquisti di carburanti da distributori stradali pagati con bancomat personale del dipendente o del socio della società, poi rimborsati al dipendente o al socio con denaro contante, (regolarmente detenuto per vendite di prodotto a privati consumatori effettuate della società) è da ritenersi soddisfatto il requisito della tracciabilità?

 

Nel corso del 2016 una società s.r.l. agricola è stata trasformata in società semplice di gestione immobiliare con la chiusura della Partita Iva.

La società è proprietaria di un complesso immobiliare concesso in affitto a IAP che utilizza gli immobili in maniera strumentale. Il contratto d'affitto ha scontato imposta di registro 1% non avendo sufficiente terreno per essere considerato fondo rustico. Nel complesso immobiliare vi sono 5 immobili iscritti al catasto come D/10 rurali.

Nel quadro RB della società semplice tali immobili D/10 devono essere esposti? La loro rendita (il canone di locazione risulta più basso) costituisce reddito per i soci?

 

Una società semplice agricola, che rivesta la qualifica di Iap apportata da un socio Iap, per la determinazione dei contributi previdenziali sulle retribuzioni dei propri lavoratori agricoli dipendenti, deve applicare la tabella Inps  per le "aziende agricole coltivatrici dirette" o per  "la generalità delle aziende agricole" (rif. Circolare  Inps n.  44/2018)?

 

Siamo produttori di vino e vogliamo ricavare da un vecchio fienile ambienti per: acetaia, laboratorio di panificazione, servizi igienici, ufficio e area vendita facendo solo suddivisioni interne.
Qualcuno mi ha detto che un recente decreto prevede la possibilità di fare lavori su fabbricati rurali senza dover richiedere il cambio di destinazione d'uso se la funzione del fabbricato rimane inerente alla attività rurale. La cosa corrisponde a verità? E nel caso quale è la fonte normativa?

 

Sono una imprenditrice agricola e ho una azienda di 12 ettari con coltura di ulivi secolari, mandorli e ciliegi. Inoltre mi occupo di confezionamento di olio extravergine di oliva. 
Posso assumere mio marito in qualità di bracciante agricolo a tempo determinato per lo svolgimento di varie mansioni?  

SEGUICI: