tr?id=945082922274138&ev=PageView&noscript=1 Gli approfondimenti di ConsulenzaAgricola.it

Gli approfondimenti

Questa sezione raccoglie gli approfondimenti redatti dai nostri autorevoli esperti su tematiche di attualità.

 

Nel Decreto Fiscale (D.L. n. 119/2019) pubblicato lo scorso 24 ottobre sono contenute numerose misure volte alla definizione agevolata di posizioni debitorie con l’agente della riscossione, controversie tributarie, accertamenti o necessarie per correggere errori ed omissioni dichiarative (c.d. Pace Fiscale).

 

Tralasciando ogni commento riguardante le sentenze (anche recenti) della Cassazione che continuano a ribadire, sulla base della sentenza delle SS.UU n. 18565 del 2009 che l’esenzione ICI poteva essere riconosciuta, indipendentemente dall'accertamento in concreto della strumentalità agricola, soltanto agli immobili iscritti in categoria catastale di ruralità (A6 o D10),

 

Nelle imprese agricole di allevamento esistono due tipologie di animali allevabili:

  • Animali destinati alla riproduzione, ovvero quelli il cui allevamento è finalizzato all’ottenimento di ulteriori produzioni destinate alla vendita (latte, uova, lana, ecc.);
  • Animali rientranti tra quelli alla cui produzione e scambio è diretta l’attività dell’impresa.

 

Il contratto preliminare di compravendita autenticato dal notaio consente all’acquirente di evitare qualsiasi rischio, garantendogli la certezza di acquisire la proprietà dell’immobile, e la sicurezza di non perdere la somma versata come acconto o caparra, grazie alla trascrizione nei registri immobiliari.

 

Assicurare la continuità della gestione nel passaggio da una generazione all'altra è un'esigenza molto sentita dalle imprese italiane. In un'economia caratterizzata dalla presenza di molte aziende di famiglia, il passaggio generazionale è spesso vissuto con difficoltà, e in alcuni casi le liti insorte tragli eredi sono causa di una vera e propria crisi dell'impresa.

 

La mancata imposizione Ici del fabbricato collabente non può essere recuperata dall'Amministrazione comunale prendendo a riferimento la base imponibile costituita dal valore venale dell'area sulla quale esso insiste, posto che la legge prevede l'imposizione Ici (oltre che dei fabbricati e dei terreni agricoli) dell'area edificabile, non anche di quella già edificata.

  

In poco più di un decennio sono stati realizzati in Italia una moltitudine di impianti fotovoltaici. La loro diffusione è riconducibile all’introduzione di incentivi per promuovere la produzione di energia “pulita”, al progresso tecnologico che ha migliorato l’efficienza di tali impianti ed alla prospettiva di una remunerazione costante nel tempo con scarso impiego di manodopera.

SEGUICI: