tr?id=945082922274138&ev=PageView&noscript=1 Circ. n. 53/2015 - Esonero contributivo, istruzioni Inps per le aziende

Archivio

Esonero contributivo, istruzioni Inps per le aziende

20/02/2015 | Circolare n. 53/2015

La Legge di stabilità ha introdotto un’importante incentivo per le aziende che assumono a tempo indeterminato, da gennaio a dicembre 2015, soggetti privi di impiego a tempo indeterminato da almeno 6 mesi.

I Datori di Lavoro (compresi quelli operanti nel settore agricolo), per poter beneficiare dell’esonero triennale dovranno possedere la regolarità contributiva e previdenziale, rispettare la normativa in materia di sicurezza sul lavoro ed il Contratto Collettivo Nazionale di lavoro oltre agli accordi territoriali ed aziendali ove presenti.

L’Inps, con messaggio n. 1114 del 13.02.2015, ha fornito le istruzioni tecniche per la fruizione del beneficio.

I Datori di Lavoro direttamente o per il tramite degli intermediari abilitati dovranno presentare, mediante la funzionalità telematica Inps del cassetto previdenziale aziende, la richiesta di attribuzione del codice di autorizzazione (CA) 6Y. La richiesta dovrà essere presentata prima della trasmissione delle denuncia contributiva nella quale si chiede l’esonero. L’Istituto, sempre per il tramite del cassetto previdenziale aziende, attribuirà il codice di autorizzazione dandone regolare comunicazione.

L’esonero è pari all’ammontare dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro con esclusione del premio inail per un importo massimo annuale di € 8.060,00, che dovrà essere riproporzionato a livello mensile e quindi pari ad € 671,66 (8.060/12).

Le AZIENDE AGRICOLE, che nel corso del 2015 assumeranno lavoratori agricoli a Tempo Indeterminato che:

- non risultano occupati con contratto a tempo indeterminato nel 2014, presso qualsiasi datore di lavoro agricolo;
- non abbiano svolto, nel 2014, un numero di giornate pari o superiore a 250, in qualità di Operaio Agricolo a Tempo Determinato (OTD), presso qualsiasi datore di lavoro agricolo;

dovranno anch’esse procedere alla presentazione di apposita domanda mediante l’inoltro telematico da effettuarsi all’interno del sito Inps, cassetto previdenziale aziende agricole, sezione comunicazioni biderezionali, invio comunicazione “ASSUNZIONE OTI 2015”.

Ricordiamo che per il settore agricolo, le somme stanziate sono limitate e precisamente a  2 milioni di euro per l’anno 2015, 15 milioni per gli anni 2016 e 2017, 11 milioni per l’anno 2018 e 2 milioni per l’anno 2019. Le aziende dovranno quindi affrettarsi alla richiesta di prenotazione delle somme e successivamente alla conferma delle disponibilità delle stesse da parte dell’istituto, presentare entro il termine perentorio di 14 giorni lavorativi la richiesta di esonero.

IL MODULO AD OGGI NON E’ ANCORA DISPONIBILE, si resta in attesa che l’Istituto lo pubblichi all’interno del proprio sito.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Professionisti di riferimento

Maurizio LeoDocente Scuola di istruzione
Guardia di Finanza Roma
Gian Paolo TosoniPubblicità de Il Sole 24 ORE
Esperto in Materia Fiscale del Settore Agricolo
Luciano MattarelliEsperto in Materia Fiscale del Settore Agricolo
Angelo FrascarelliProfessore Associato
Università degli Studi di Perugia

Professionisti di riferimento

Maurizio LeoDocente Scuola di istruzione
Guardia di Finanza Roma
Gian Paolo TosoniPubblicità de Il Sole 24 ORE
Esperto in Materia Fiscale del Settore Agricolo
Luciano MattarelliEsperto in Materia Fiscale del Settore Agricolo
Angelo FrascarelliProfessore Associato
Università degli Studi di Perugia

SEGUICI: